INGREDIENTI METEPA

carciofo, tarassaco, cardo mariano…ed altre erbe attentamente scelte

METEPA DIGESTIVO ANTI-ALCOL

estratto acquoso

INGREDIENTI PRINCIPALI

Il Carciofo
metepa-web

carciofo-img-evid

La parte che viene utilizzata della pianta è la foglia
Il carciofo è divenuta una delle più importanti piante medicinali occidentali.
Il principio attivo è la cinarina che stimola la secrezione biliare e quindi contribuisce ad un abbassamento del colesterolo.
Spesso viene denominato un eccellente tonico amaro; prezioso nelle infezioni causate da un cattivo funzionamento del fegato e della vescica biliare e viene spesso usato per disturbi di iper-colesterolemia e emicrania digestiva.

Tarassaco

4f6700766c865_tarassaco metepa-web
Il Tarassaco, spesso chiamato anche dente di cane, è una delle erbe più note e diffuse della cultura popolare. Ha proprietà amaro-toniche e digestive utili per disturbi della digestione.

Il tarassaco è ritenuto infine favorisce l’evacuazione delle feci e un lenitivo delle infiammazioni emorroidali. La sua funzione disintossicante si riflette sulle pelli impure e malsane rendendole fresche e luminose.
Indicato per contrastare e risolvere l’acne, ha proprietà de-tossicante, diuretica e depurativa.
Inoltre viene spesso usato in prodotti cosmetici, ripristinando il normale colorito della pelle del viso.

Cardo mariano

metepa-web
Il Cardo mariano ha una forte attività protettiva del fegato. Protegge le cellule epatiche dal danno causato da sostanze tossiche come l’alcol, farmaci, gli insetticidi o gli antiparassitari.
Tale principio attivo sembra in grado di stabilizzare la membrana delle cellule epatiche, ovvero, arrestando i danni provocati alle cellule del fegato dai radicali liberi.
Gli estratti di cardo mariano catturano i radicali liberi impedendo loro di formare con le membrane cellulari i lipoperossidi, estremamente tossici per il fegato.

Cardo mariano stimola anche la produzione di cellule epatiche nuove, favorendo la sintesi proteica.

Sembra arrestare la produzione di leucotriene, con un effetto di prevenzione delle reazioni allergiche e infiammatorie.

Il Cardio mariano è anche in grado di migliorare i risultati degli esami epatici nei soggetti che hanno subito danni al fegato.

Per chi beve tanto (sconsigliato bere tanto alcol) , anche in caso di cirrosi, il METEPA migliora lo stato delle cellule del fegato, riducendo le transaminasi, evitando in questo modo problemi digestivi legati al fegato, nelle dispepsie e nei dolori intestinali.
Il cardio mariano, grazie alle sue proprietà antiossidanti, viene usato nelle creme antirughe e nelle creme per la protezione solare.

 

INGREDIENTI SECONDARI 

Alghe spirulina thallus (Arthrospira platensis)
Schisandra (Schisandra chinensis)
Liquirizia (Glicymhiza glabra L.)
Curcuma (Curcuma longa L.)
Sarsaparilla (Smilax aspera L.)
Melissa (Melissa officinalis)
Kinkeliba (Combretum micranthum G. Don)
Mirtillo (Vaccinium Myrtillus)
Boldo (Peumus boldus)

 

 

METEPA aiuta nell’eliminazione dei agenti tossici compresi quelli che possono derivare dagli eccessi alimentari e dall’alcol.
Il METEPA non serve soltanto per eliminare l’alcol dal sangue, ma viene utilizzato anche come coadiuvante in pazienti con danno al fegato causato da epatite A, B o C.